Inaugurazione - L'infermiere di famiglia "apre" in centro città

Prima città in Lombardia, Varese ha aperto un ambulatorio infermieristico dove è possibile ottenere prestazioni GRATUITE come iniezioni, consulenza e controllo parametri, SE SEI UN ASSOCIATO MAYA.
 
Intervento Assessore alla Famiglia e Servizi Educativi 
Intervento dei Direttori Asl 

stu1
stu2
stu3
stu4
 













Una medicazione, un’iniezione, il posizionamento di un catetere sono alcune  delle attività che svolgono gli infermieri. Se sei stato dimesso dall'ospedale o dalla clinica, trovare un professionista che possa prenderti in carico o proseguire la terapia, spesso diventa un percorso tortuoso.

Nell’ottica di portare il servizio al territorio, vicino a dove c’è la richiesta, nei locali di proprietà dell'Azienda sanitaria che li ha concessi al Comune di Varese in comodato d'uso gratuito e attigui all'assessorato alla Famiglia del Comune di Varese è stato creato l'ambulatorio del “l'infermiere di famiglia”.

In via Cairoli 10personale specializzato è a disposizione dal lunedì al sabato dalle 9:30 alle 12:30 con reperibilità pomeridiana per urgenza, per medicazioni , fleboclisi, misurazione della pressione arteriosa, sorveglianza ulcere, vaccinazioni, prelievi ematici, consulenze, bendaggi, cateterismi, valutazioni per trasferimento da struttura ospedaliera al proprio domicilio e tanto altro ancora (LINKARE BROCHURE) Punto di riferimento territoriale nella città di Varese per tante attività sanitarie e anche socio sanitarie. Basta rivolgersi direttamente all’ambulatorio o telefonare al numero 03321966748. Attraverso l' associazionismo a Maya si entra nel database dell’ambulatorio che stila la cartella con l’anamnesi per inserirla in un sistema informatico che può mettere in rete anche i medici di medicina generale. 

All’ inaugurazione dei nuovi spazi sono intervenuti il sindaco Attilio Fontana, l’assessore alla Famiglia Enrico Angelini, i direttori sanitario e amministrativo dell’Asl Stefano Taborelli e Lucas Maria Gutierrez oltre al presidente del collegio Ipasvi Aurelio Filippini. A fare gli onori di casa Maria Rosa Genio, presidente dell’associazione Maya che gestisce l’ambulatorio all’interno del progetto “Io mi prendo cura di te”.

Positivi i giudizi dei presenti per l’esempio di “welfare circolare” che vede collaborare in maniera concreta pubblico e privato. Varese è la prima città ad avviare l’esperienza ( c’è un ambulatorio simile in Farmacia a Biandronno ma relativo a una comunità più piccola) che cerca di portare vicino ai pazienti  dei comuni di Bardello, Bregano, Malgesso, Besozzo, Gavirate il servizio di cui si ha bisogno ( concetto di “prossimità” sottolineato dai due rappresentanti dell’Asl) « Devo ringraziare quanti si sono prodigati per avviare questo servizio - ha detto il sindaco Fontana - che, quando decollerà, permetterà anche di decongestionale il pronto soccorso dell’ospedale». 

Molto soddisfatta si è detta anche Luisa Oprandi, consigliere del PD, assente questa mattina per problemi di lavoro : «l’Ambulatorio infermieristico di Varese rappresenta un punto di riferimento sanitario importante per la nostra città. La mozione da me presentata lo scorso anno alla Amministrazione per l'attivazione di questo importante servizio alla cittadinanza, ha trovato fin da subito risposta positiva da parte dell'Assessore Angelini, che si è attivato per concretizzarlo, attraverso la collaborazione con l'A.P.S. Maya "Salute è Benessere" ONLUS  e con Asl. Le finalità del progetto risultano infatti indispensabili a coprire il bisogno di tutti quei cittadini che richiedono cure e interventi di infermieri professionisti a seguito di dismissioni ospedaliere o  per medicazioni e cure  soprattutto a favore di persone anziane o affette da patologie croniche. L'ambulatorio rappresenta anche una risposta utile a supportare tutti coloro che sono impegnati nei servizi di cura a familiari che necessitano di assistenza specialistica».

Maria Rosa Genio ha spiegato che l’ambulatorio rientra nelle linee guida indicate dall’Oms per portare i servizi vicini ai cittadini: « Noi faremo servizio di assistenza ma anche informazione e accompagnamento. Attualmente siamo in due ma siamo pronti ad ampliarci a mano a mano che crescerà la domanda da parte del territorio». 

25/06/2014

banner verde

banner 1


Luino